Una visita (culinaria) al SUQ, il Festival delle Culture a Genova

Una visita (culinaria) al SUQ, il Festival delle Culture a Genova

Sūq è una parola araba che significa “mercato”, ma a Genova non c’è bisogno di traduzioni ed enciclopedie per saperlo: dal 1999, infatti, la città ospita un famosissimo festival dedicato all’intercultura che si chiama proprio così. Ogni anno con fervore si attende l’apertura dell’evento che per una decina di giorni accende il Porto Antico di colori, sapori, profumi e danze mediterranee, ed anche quest’anno sono andata a visitarlo.

Purtroppo mi sono potuta concedere solo una visita frettolosa, ma come ogni volta ne è valsa la pena. Camminare in mezzo alle strette viuzze che ricostruiscono un vero Suq come se all’improvviso dall’Acquario di Genova si venisse catapultati in un’altra dimensione non ha prezzo, così come vagare annusando spezie per noi inusuali provenienti dai molti stand culinari e non, ascoltando musiche provenienti dal Mediterraneo.

suq collage_logoLa cosa più difficile come ogni anno è stata scegliere lo stand al quale mangiare: il bazar è infatti ricchissimo per ciò che riguarda la parte culinaria, che spazia in ogni ambito della cucina etnica, non risparmiando l’acquolina in bocca ad ogni passo a chi, come me, ne è appassionato.

Alla fine la mia scelta è ricaduta sullo stand di cucina senegalese, curato dal ristorante Jamila di Via dei Giustiniani a Genova (lo so, ironia della sorte non sono andata molto lontana 😉 ).
Ho gustato i buonissimi Panzerotti con ripieno di carne e con una salsa a base di pomodoro e cipolle:

panzerotti_jamila_logo

E l’immancabile Cous cous, in questo caso di miglio senegalese con carne e verdure:

cous cous senegal_logo

Mia madre, invece, che ultimamente è fissata con la Tunisia, non poteva che assaporare il Cous Cous con verdure ed agnello ed i buonissimi dolcetti dello stand tunisino (apprezzati anche da me, soprattutto quelli alle rose!).

cibo_tunisino_logo

Il Suq è un evento molto importante per Genova: come città di porto non è una novità la sua estrema multiculturalità che, unita alla generalizzazione, a volte crea contrasti e pregiudizi; è bello che i dieci giorni di festival ci ricordino quanto sia invece meraviglioso ed interessante essere al centro di un continuo vortice culturale, che comprende tutto il Mediterraneo e oltre.

SUQ Sito Ufficiale

(Visited 449 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

Dal mio sketchbook – Marzo 2018

Dal mio sketchbook - Marzo 2018
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.