– 3 giorni alla partenza: e-books gratuiti per valigie più leggere

Meno tre giorni alla partenza per l’Irlanda del Nord ed i preparativi fervono. Volerò a Dublino con Ryanair ed ho prenotato per un bagaglio in stiva da 15 kg, quindi non è semplice scegliere l’intero vestiario per un mese (in un luogo dove, tenendo conto delle temperature alle quali sono abituata, ho freddo ad agosto), aggiungere i prodotti italiani che porto con me (salami e pesto non sono mai abbastanza), i colori e chi più ne ha più ne metta. Ci ho messo tre anni ad arrivare al bagaglio di 15 kg. All’inizio partivo con le valigie stracolme di cose che immancabilmente si rivelavano inutili, e facevo viaggi terribili trascinando borse pesantissime e scomode, non chiedendo aiuto a nessuno per orgoglio, ma arrivando in Irlanda con il fisico a pezzi. Poi ho capito che avrei dovuto iniziare a sacrificare qualcosa, così da viaggiare più leggera e serena. La prima cosa che ho tagliato sono state le scarpe, poi i vestiti, questa volta – ahimè – è toccato ai libri.

Quindi, complice l’acquisto di un tablet 10” qualche tempo fa, ho deciso di provare a partire con degli e-book (a malincuore, lo ammetto).

tablet_ebooks copyE’ un esperimento e vedremo cosa succede, ma intanto ho colto l’occasione per scaricare moltissime cose, dalla narrativa alle brochure sui luoghi che vorrei visitare in Irlanda del Nord, sino ai manuali che, trovassi il tempo, vorrei studiare. Nella mia ricerca da profana, con poca voglia di spendere soldi prima di poter dire di essermi trovata bene, ho trovato molte risorse che mi hanno permesso di scaricare e-book gratuiti e leggerli senza problemi sul mio tablet.

Innanzitutto ho a disposizione un tablet Asus con sistema operativo Android: a differenza degli e-book reader come Kindle o Kobo la sua funzione principale non è quella di lettura libri, quindi per prima cosa ho dovuto cercare su Google Play le applicazioni per leggere i formati dei libri elettronici. Dopo averne provata qualcuna, mi sono trovata bene con l’applicazione AlReader, che è gratuita (ma se vi piace potete donare qui, qui e qui), molto semplice e legge praticamente qualsiasi tipo di formato. Per i libri in pdf uso iAnnotate PDF, che permette non solo di leggere, ma anche di scrivere sul libro o documento che si sta visionando (ottimo per lo studio).

Dopodiché mi sono gettata alla ricerca di e-book gratuiti, ed ecco cosa ho trovato:

Libri in italiano:

Liber Liber

Feedbooks.com

Bookrepublic.it

Libri in inglese:

Manybooks.com —-> dal quale ho scaricato il prossimo libro che leggerò, ovvero “The Hill of Dreams” di Arthur Machen

Openculture.com

Feedbooks.com

Amazon: scaricando l’app gratuita Kindle è possibile scaricare direttamente sul proprio dispositivo molti libri classici e non solo. Qui quelli in italiano e qui quelli in inglese.

Google Play: anche nella sezione libri di Google Play sono disponibili alcuni libri gratuiti (anche se per lo più si tratta solo di brani o parti). Ricordate che vi chiederà il numero di carta di credito anche per scaricare gli e-book che non costano nulla (poi non vi prende nulla, ma molti se ne lamentano).

Un’altra risorsa meravigliosa dalla quale scaricare e-books, in questo caso cataloghi di mostre e libri d’arte, è quella delle pubblicazioni del Museo MET, disponibili come pdf: semplicemente fantastica.

Inoltre non mancano le brochure turistiche su luoghi e monumenti, che di solito si trovano sui siti web turistici legati al luogo che si vuol visitare, ed inoltre i tantissimi e-book gratuiti che i siti di marketing, copywriting e social media spesso regalano.

Infine, se vi piace vincere facile, ecco due e-books gratuiti per trovare e-books gratuiti (una specie di meta-informazione, insomma):

101 eBook gratis (oltre questo)Gianluigi Bonanomi

Z101 eBook gratis (oltre questo)

Kindle Buffet: Find and download the best free books, magazines and newspapers for your Kindle, iPhone, iPad or Android – Steve Weber

51B74mNietL._SX258_BO1,204,203,200_Direi che per il momento, stando via solo un mese, avrò di che divertirmi con tutti questi e-books. Se conoscete altre risorse che potrebbero essere utili lasciatele pure nei commenti, io nel frattempo sperimenterò questo nuovo metodo di lettura. Ho sempre detto che posso chiamare “casa” per davvero solo il luogo dove si trova la mia libreria: magari presto dovrò cambiare scusa 😉

Aggiornamento: vuoi sapere come è andata? Leggi qui.

(Visited 255 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

“Allontanati da casa” – da “Ruba come un artista” di Austin Kleon

“Distanza e differenza sono il tonico segreto della creatività. Quando torniamo a...
Read More

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.