Riserva naturale Oxford Island: i sentieri e la Kinnego Marina

Qualche giorno fa ho raccontato la prima parte della nostra visita alla riserva naturale Oxford Island: riprendiamo da dove avevamo interrotto, ovvero all’inizio dei percorsi interni alla riserva, quelli che vengono frequentati da chi vuole farsi una bella passeggiata immergendosi nella natura e dagli appassionati di birdwatching 🙂

DSC_0115logoIl primo percorso che abbiamo incontrato è il Woodland Wander, che ci catapulta immediatamente all’interno di un bosco:

Dopo pochissimo incontriamo il primo capanno, il Croaghan Hide, dal quale possiamo spiare gli uccelli che abitano questa zona: cormorani, rondini di mare e quattrocchi.

Piccola sorpresa: all’interno un uccello ha fatto il nido tra le travi del soffitto!

DSC_0129lContinuiamo il nostro percorso nel bosco:

DSC_0173l…ed ovviamente dopo un po’ prendiamo un sentiero che non è sulla mappa, perdendoci tra gli alberi: ora sì che è proprio l’Irlanda che ti immagini dalle leggende.

Lo sembra così tanto che iniziamo a scherzare dicendo di essere finiti su un percorso delle Fate, poi vediamo un mucchio di legna abbandonato e ci spaventiamo sul serio 😛

Il nostro vagabondare senza meta per il bosco ci ha portati proprio all’inizio di un altro percorso: si tratta dell’Old Shoreline Walk, quello che sembra essere il più lungo della riserva naturale. Qui, vista anche la bella panchina in mezzo al silenzio del bosco, decidiamo che è giunto il momento di pranzare.

Rifocillati, camminiamo ancora un poco per arrivare al capanno successivo: il Kinnego Hide è il più bello della riserva e ci protegge dalla pioggia che nel frattempo ha iniziato a scendere.

L’interno è davvero meraviglioso!

DSC_0252blAppena smesso di piovere ci rimettiamo in cammino: dobbiamo ancora percorrere tutta la Kinnego Meadow Trail per arrivare sino alla Marina.

Purtroppo inizia a piovere forte e non abbiamo la possibilità di raggiungere il Waterside Hide, ma appena arriviamo alla Kinnego Marina il tempo torna soleggiato.

Non ci resta che visitare l’ultimo percorso, ovvero quello del Kinnego Pond: un piccolo stagno artificiale nel quale vivono diverse varietà di insetti acquatici e di anatre.

Con questo finisce la nostra visita alla riserva naturale Oxford Island…almeno per questa volta! 😉

DSC_0345l

(Visited 456 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

Irlanda del Nord – Italia: un viaggio di ritorno stancante (con annesso brivido)

Perché i voli Ryanair tra Orio al Serio e Dublino hanno sempre...
Read More

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.