Sketching around: cena ad Armagh – Irlanda del Nord

Dacchè ho ricominciato a disegnare, in particolare mentre viaggio, una delle cose delle quali non riesco a fare a meno è appuntare il cibo. Questa è una sorpresa anche per me: pagine e pagine dei miei sketchbooks sono dedicate a pranzi, cene e spuntini.
La motivazione è semplice: uno dei fattori maggiormente destabilizzanti per un italiano all’estero è l’alimentazione. Niente pasta, cucina completamente diversa, spesso insipida rispetto alla nostra, nonostante a volte sia troppo piena di grassi (lo so, in precedenza anche io non avrei mai creduto che una cucina potesse essere allo stesso tempo grassa ed insipida, poi mi sono ricreduta).
I primi periodi in Irlanda sono stati un pianto: rifiutavo di assaggiare molti cibi, andavo al supermercato a comprare ingredienti italiani per cucinare io stessa, immancabilmente mi abbattevo perché il gusto non era lo stesso di casa.
Poi, pian piano, ho iniziato ad assaggiare ed apprezzare anche la cucina irlandese. La mia fortuna è che Stevie è un ottimo cuoco e ad oggi difficilmente capita che io incontri qualche piatto che non mi garba per nulla.

Tutto questo preambolo per accompagnare un disegno di qualche tempo fa: quando siamo ospiti di Jp ad Armagh, ceniamo spesso dai nonni di Stevie, e, da che mondo è mondo, non c’è cucina migliore di quella delle nonne. Questa è una cena irlandese, completa di hamburger, pollo e verdure, con un finale nel quale non mancano dolcetti a manciate (che siano italiane o irlandesi, le nonne cercano sempre e comunque di farti ingurgitare cinque volte la tua normale razione di cibo 😀 ).

dinner in armaghl
“Dinner in Armagh” – penna e acquerelli

Per esser onesti, il classico pasto irlandese non prevede l’hamburger, essendo piuttosto un piatto unico composto da carne e due/tre contorni di verdure, ma quella sera abbiamo cenato così. Approfondirò di certo l’argomento cibo in Irlanda, magari con i disegni che immancabilmente riempiranno le pagine del mio sketchbook.

(Visited 193 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

Gerard Dillon – Un Arlecchino Outsider Nordirlandese.

Arlecchino. Outsider. Nordirlandese. Sono andata a una mostra con taccuino e penna...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.