“L’alveo della nostra lingua madre” – da “Troppa Felicità” di Alice Munro

cover11“Per quanto uno possa cavarsela dignitosamente quando è in buona salute, basta poco più di un abbattimento di umore o dell’avvisaglia di un malanno per ricacciarci nell’alveo della nostra lingua madre.”

Quante volte mi è successo! 🙂
Ad ogni modo: questa citazione proviene dal racconto “Troppa felicità“, che dà nome all’intera raccolta; queste pagine narrano una versione romanzata degli ultimi giorni di vita di Sof’ja Vasil’evna Kovalevskaja, matematica, attivista e scrittrice russa, nonché prima donna ad avere una cattedra universitaria nel 1889 in Svezia.

Troppa felicità (Supercoralli)

(Visited 162 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

Come il destino mi ha parlato di notte, ad una fermata del bus

Nel primo articolo su questo blog si parlava della mia condizione, che...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.