Trasferimenti internazionali di denaro al tasso migliore: prova (gratis) TranferWise

TransferwiseBYEfeesIo, quando si parla di questioni burocratiche e finanziarie, sono davvero una frana e ammetto di passare buona parte della mia vita a cercare di svicolare per rimandarle il più possibile. Tuttavia, vivendo a metà tra due paesi, prima o poi la questione trasferimento internazionale di denaro doveva arrivare. E’ da mettere in conto (perdonate il pessimo gioco di parole), non se ne scampa.

Così, dopo anni passati a saltare da un “ci penserò” a un “meglio poi che prima“, infine il giorno è giunto e, manco a dirlo, mi sono fatta trovare impreparata. Io e Stephen abbiamo preso (era anche ora, vero?) casa in affitto a Belfast, peccato che al momento di dare la caparra io fossi fisicamente in Italia, esattamente come i miei conti e tutto il mio denaro.

Da nomade digitale quale sono, non maledirò mai abbastanza le banche (tanto quanto le compagnie telefoniche, che non pensino di scamparsela) che, anche all’interno dell’Unione Europea, lastricano il percorso estero del povero correntista di balzelli, tasse varie e contributi dei quali non si capisce mai esattamente il motivo.

Quindi, volente o no, mi sono ritrovata di fronte a un’impellenza: all’improvviso dovevo trasferire una somma di denaro da conto corrente italiano a conto corrente UK e non volevo pagare il balzello poco chiaro, ingiustificato e sicuramente salato delle banche.

Come fare?

Un servizio dedicato a nomadi digitali, professionisti ed espatriati

Questa è la stessa identica domanda che sono arrivati a chiedersi i due fondatori di TransferWise, Taavet Hinrikus e Kristo Käärmann. Hinrikus è stato il primo dipendente di Skype (!) mentre Käärmann era consulente finanziario; i due, entrambi Estoni, per via del loro lavoro vivevano a metà tra terra natale e UK e ben presto si ritrovarono in una situazione che rese loro chiari i dolori dei trasferimenti internazionali di denaro: Hinrikus, con compenso in euro, doveva pagare l’affitto in UK, mentre Käärmann, che prendeva uno stipendio in sterline, aveva necessità di trasferire denaro su un conto estone per pagare un mutuo. A ogni movimento perdevano circa il 5% del denaro trasferito. Ben presto ne ebbero abbastanza e stilarono un accordo privato: Hinrikus avrebbe trasferito gli euro necessari al pagamento del mutuo sul conto estone di Käärmann mentre quest’ultimo avrebbe coperto l’affitto in sterline di Hinrikus.

L’idea era davvero ottima e permetteva di risparmiare moltissimo, così ben presto, per nostra fortuna, i due fiutarono l’affare e nel 2011 fondarono TransferWise.

transferwise-1-638Come funziona

Come detto in apertura, sono poco esperta di servizi finanziari, quindi non starò a spiegarvi nel dettaglio come funzionino i trasferimenti. Quel che so (e prima di inviare il denaro vi assicuro che ho fatto tutte le ricerche del caso per esser certa che non fosse un servizio-truffa, compresa chiacchierata con il gruppo dei professionisti italiani in UK, che ringrazio) è che si effettua un bonifico internazionale, ma essendo TransferWise un servizio peer-to-peer, il denaro trasferito in realtà non lascia mai il nostro paese: una volta richiesto l’invio di denaro, il sito cerca un altro utente che deve fare l’operazione inversa alla nostra (io da Italia invio in UK, lui da UK deve trasferire in Italia) e in realtà non muove nulla. Ecco perché TransferWise può permettersi di chiedere un tasso fisso di 1 euro su trasferimenti sino a 200 euro e dello 0.5% per importi superiori: questo sistema bypassa completamente le tasse imposte dalle banche per i trasferimenti internazionali di denaro.

how_transferwise_worksNello specifico, si accede al sito (se volete usufruire della prima transazione gratuita, voi potete farlo da qui [ma prima leggete più avanti]) e si crea un profilo personale; sarà da lì che potremo effettuare le nostre operazioni, inserendo i nostri dettagli e quelli del destinatario. Una volta richiesta l’operazione di trasferimento, TransferWise ci invierà una mail con i dati per fare il bonifico. A quel punto non resterà che andare sul proprio home banking e inviare la cifra.

Conveniente e, soprattutto, chiaro!

Un fattore decisamente positivo è che, già da subito, avremo ad accompagnarci nella nostra pianificazione uno strumento molto utile: si tratta della calcolatrice che trovate nella Home Page del sito, che vi comunica già quale sarà la cifra che arriverà al conto estero in base a quella che vorrete inviare, quanto risparmierete e in quanti giorni il denaro arriverà a destinazione.

In questo modo potremo tenere sotto controllo tutti i fattori che in genere creano ansia e confusione (almeno a me) in questo genere di operazioni:

  • il cambio valuta esatto
  • i costi del servizio (che sappiamo già a priori, come detto sopra)
  • le tempistiche

Inoltre lo strumento TransferWise ci dice subito quanto risparmiamo rispetto a un invio con la nostra banca: infatti, a contrario di quello delle banche, sfalsato in loro favore, il tasso di cambio utilizzato da TransferWise è quello effettivo del mercato.

2015-12-19_1351La prima operazione è gratis: te la offro io! 😉

Se avete letto attentamente il paragrafetto relativo al funzionamento, comprenderete come il coinvolgimento di più persone possibili sia fondamentale per il funzionamento di TransferWise: il segreto del taglio delle commissioni bancarie sta nell’avere molte transazioni internazionali, in modo da poter evitare lo spostamento effettivo del denaro. Non sarà dunque una sorpresa venire a sapere che vi sono vantaggi nel consigliare il servizio, sia per chi lo fa, sia per chi decide di usarlo: con la creazione del tuo account su TransferWise ti viene messo a disposizione di default un link tramite il quale invitare altri utenti a utilizzare il servizio; quando un nuovo utente si iscrive a TranferWise usando il tuo link, lui ottiene una transazione sino a 3000 euro gratuita, per te invece ogni 3 utenti vengono decurtati 50 pound dai costi delle successivi operazioni.

twitter-ogOra che vi ho spiegato per filo e per segno il funzionamento (chiarezza per prima cosa) e sapete che possiamo guadagnarci tutti, se non avete mai usato TransferWise e in seguito al mio articolo volete provarlo, potete usare questo link per ricevere la vostra prima transazione gratuita.

 

Spero link e articolo possano esservi stati utili, se vi rimangono altri dubbi scrivetemi pure nei commenti o visitate il sito ufficiale di TransferWise 🙂

(Visited 1.043 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

E quelli, troppi, che decisero di “adeguarsi” – da “Mezzanotte a Parigi” di Dan Franck

“E quelli, troppi, che decisero di “adeguarsi”, accettando di muoversi all’interno della...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge