Il mio Inktober 2016

Inktober è un'iniziativa creata nel 2009 dall'artista Jake Parker per migliorare le sue illustrazioni a inchiostro. Da quel fatidico mese sono cambiate molte cose e Inktober si è tramutata in una challenge che impegna ogni anno sempre più artisti in giro per il mondo.

Ottobre: mese di Halloween, colori caldi, primi cappotti e…Inktober!

Inktober è un’iniziativa creata nel lontano 2009 da un artista di nome Jake Parker per migliorare le sue illustrazioni a inchiostro. Da quel fatidico mese sono cambiate molte cose: lui è di sicuro migliorato (potete vedere con i vostri occhi sul suo sito) e Inktober si è tramutata in una challenge che impegna ogni anno sempre più artisti in giro per il mondo.

Le regole sono davvero semplici: come si legge sul sito ufficiale

chiunque può partecipare a Inktober, basta prendere una penna e iniziare a disegnare.

Poi si pubblica sui social media con gli hashtag #inktober e #inktober2016. Tutto qui. E, in caso ci si senta un po’ sperduti di fronte al foglio bianco, si può anche decidere di seguire la tavola tematica creata da Parker, che ogni giorno offre uno spunto; quella di quest’anno era così:

Inktober starts on Saturday!! Are you ready?! This is the official Inktober Prompt list. Do a drawing inspired by each word on this list. – Keep an eye out here for contests and prizes you can win just by doing your Inktober drawings. @kuretakezig_usa, @autodesksketchbook, and @manuscriptpenco have all told me they are doing special Inktober giveaways. Also, check out the @artsnacks Inktober boxes people have been getting. Lots of good stuff in them! – Want to know what pens I’m using? Go to @jakeparkertools Ok, see you on the 1st. Have fun everyone! – #inktober #inking #drawing #ink #drawingchallenge #inktober2016 #sketchbook #illustration #artistsoninstagram #artists #artnews #drawers – @jakeparker

Una foto pubblicata da INKtober (@inktober) in data:

Questa volta ho deciso di impegnarmi e partecipare anche io, pubblicando ogni giorno un disegno sul mio profilo Instagram.

Com’è andata? Beh, come ogni challenge che si rispetti, ha avuto le sue difficoltà: non sono riuscita a postare ogni giorno come invece avrei dovuto; ma diciamocelo chiaro: se nella vita si fa anche altro, tipo viaggiare, lavorare, star dietro alla casa e fare anche vita sociale, non è davvero semplice mantenere un impegno giornaliero. Inoltre ho ceduto più volte al colore: mi piace il disegno, ma a volte devo colorarlo. Devo, fine. Non c’è altro modo.

Comunque, poca costanza a parte, sono soddisfatta: questo genere di iniziativa aiuta l’esercizio quotidiano, e i risultati si notano sia a livello di abitudine, sia a livello di tratto.

Unica controindicazione: inchiostro e pennino danno dipendenza, usateli a vostro rischio e pericolo 😉

Trovate tutti i miei disegni per #inktober2016 sul mio profilo Instagram 🙂

(Visited 362 times, 1 visits today)
More from Emanuela Mae Agrini

La storia di Margorie McCall, vissuta una volta, sepolta due

Oggi voglio raccontarvi una storia accaduta molto tempo fa a Lurgan, la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CommentLuv badge

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.